Skip to main content

SalvaFratino 2013

Il Fratino (Charadrius alexandrinus) è una specie che mostra una spiccata fedeltà al sito riproduttivo per cui di anno in anno le coppie tendono a costruire i propri nidi negli stessi siti degli anni precedenti. Durante il periodo riproduttivo il maschio scava diverse buchette sul terreno sabbioso o con scarsa copertura vegetale; in seguito la femmina ne sceglierà uno che, dopo essere stato rivestito con piccoli ciottoli o frammenti di conchiglie, accoglierà le uova (da uno a tre). Lungo le spiagge dell’Area Marina Protetta e lungo tutta la costa adriatica ogni anno arrivano i Fratini a deporre le proprie uova.

A causa del marcato disturbo antropico e del degrado e della perdita di habitat, che provocano una considerevole riduzione delle popolazioni, il Fratino ha uno stato di conservazione sfavorevole in Europa.

Da marzo a fine giugno (periodo riproduttivo) volontari e ricercatori percorrono tratti di spiaggia alla ricerca di nidi. Le aree di nificazione da tutelare possono così essere segnalate e protette mediante l’utilizzo di semplici Kit-SalvaFratino costituiti di rete metallica, corde e paletti e cartellini informativi; ciascun kit, tenuto fino alla schiusa delle uova, ha lo scopo di proteggere il nido dagli effetti predatori di corvidi, gabbiani, ratti…. (rete metallica) e dal transito antropico (paletti e cordini).

Sui litorali abruzzesi, alla marcata antropizzazione si aggiunge anche la pulizia meccanica delle spiagge sempre più anticipata, che provoca oltre alla distruzione dei nidi anche la perdita della vegetazione dunale, ambiente particolarmente interessante e ormai estremamente raro, idoneo alla nidificazione. Tali problematiche hanno portato a numerose iniziative volte alla tutela e sensibilizzazione della popolazione nei confronti di questa specie che oltretutto è anche un buon indicatore ambientale che con la sua presenza ci indica lo stato di salute dell’ecosistema costiero; insomma, se il fratino nidifica significa che con molta probabilità quella spiaggia è in buono stato, correttamente tutelata e conservata.

Nella primavera-estate 2013 l’Area Marina Protetta Torre del Cerrano, in collaborazione con la Stazione Ornitologica Abruzzese, ha promosso una campagna di volontariato per la tutela del fratino “Progetto SalvaFratino 2013”. Il progetto ha lo scopo di monitorare e tutelare i nidi del Fratino presenti sul litorale dell’AMP e nelle aree adiacenti. L’osservazione e la sorveglianza coinvolge le guide del Cerrano e tutti i volontari che hanno il compito di individuare, delimitare, monitorare e tutelare i siti di nidificazione al fine di aumentare il successo riproduttivo della specie.

SALVAFRATINO foce Borsacchio, foce  Tordino

SALVAFRATINO Foce Calvano, foce Cerrano

SALVAFRATINO foce Cerrano, foce Piomba

SALVAFRATINO foce Salinello, foce Vibrata

SALVAFRATINO foce tordino, foce salinello - Copia

SALVAFRATINO foce Vomano foce Borsacchio

SALVAFRATINO Naiadi, Porto Pescara

Scarica tutte le cartografie

Cani-in-spiaggia

Ricerca con Università di Teramo: CANI IN SPIAGGIA

Banner-Relazione-Finale

© 2019 Co.Ges. Area Marina Protetta Torre del Cerrano SS16 Km 431 - 64025 Pineto
P.iva IT90013490678 Tel/Fax +39.085.949.23.22 - info@torredelcerrano.it
IBAN: IT 11 U 08473 77000 000000306633 BIC: ICRAITRRD50
Marketing by Geminit web solutions
Foto by Mauro Cantoro